Broadcast WhatsApp: a cosa servono e come si usano

Molti di noi hanno sentito parlare dei messaggi broadcast WhatsApp: ma a cosa servono? E come si usano? Questa funzionalità è particolarmente utile quando vogliamo inviare lo stesso messaggio WhatsApp a più persone senza però creare un gruppo.

Questo perché, magari, l’invio è estemporaneo. Pensiamo ad un appuntamento oppure ad una informazione di servizio che però verrà inviata solo quella volta. E per la quale non vale la pena creare un gruppo. Oppure, nella maggioranza dei casi, perché quel messaggio dovrà essere inviato a persone che non si conoscono e per le quali non si intende creare un gruppo.

Broadcast WhatsApp: come si usano

Vediamo dunque come usare questa funzionalità assai comoda che WhatsApp ci mette a disposizione per comunicare. Si tratta in sostanza di liste, che saremo noi stessi a creare per poi, eventualmente, modificare o riutilizzare. Vediamo come fare:

  • Apriamo WhatsApp
  • Tocchiamo ”Altre opzioni” (i tre puntini in pila)
  • Poi clicchiamo su Nuovo Broadcast
  • Andiamo a selezionare con un clic i contatti che vogliamo aggiungere al gruppo
  • Poi clicchiamo sul segno di spunta in verde

Una volta effettuata questa procedura avremo creato la nostra lista broadcast a cui inviare il messaggio o i messaggi. Il messaggio, questo è molto importante, verrà ricevuto dai contatti nella lista come un normale messaggio individuale e quando risponderanno, anche noi visualizzeremo un normale messaggio nella schermata chat. Gli altri destinatari presenti nella lista broadcast, ovviamente, non riceveranno il messaggio di risposta.

I broadcast WhatsApp, quindi, sono uno strumento assai utile e comodo per crearsi un’alternativa alla creazione di un gruppo. Che potrebbe non far piacere a tutti i membri o semplicemente non servire, in quanto magari abbiamo necessità di inviare a destinatari non legati.

Leggi anche  ”Quello che voi” – Poesie d’amore e di vita in romanesco

Photo – Pixabay

Stefano Ursi

Classe 1979, romano. Da sempre amo la comunicazione. Video, audio, radio, social, siti web, tv. Consulente digital, social media, web content, ghost writing.