velocità di un sito

La velocità di un sito web è elemento decisivo. Uno dei tanti, mi dirai ma di sicuro uno di quelli più importanti e spesso sottovalutati. Per capire quanto sia fondamentale avere un sito veloce facciamo appello all’esperienza quotidiana. Cerchiamo un’informazione su Google, il motore ci restituisce i risultati desiderati per quella parola chiave; proviamo ad aprire un sito qualsiasi. Cosa notiamo per prima cosa? Quanto ci mette ad aprirsi.

Un sito lento ad aprirsi avrà solo una conseguenza: che lo abbandoneremo subito. Per passare ad un altro sito più veloce, che ci dia in tempi utili le informazioni che cerchiamo. Le connessioni ultraveloci, poi, hanno reso la cosa ancora più importante.

Velocità di un sito – Le connessioni

Se un tempo praticamente qualsiasi sito appariva lento in apertura e in navigazione per via di connessioni lente, oggi non è più così. Paradossalmente più le connessioni si sono fatte potenti, più la velocità di un sito è divenuta importante. È divenuto impossibile infatti ”mascherare” la lentezza del proprio sito con la scusa della connessione.

Ma non è solo una cattiva user experience a fare la differenza fra un sito su cui torneremo e uno che scarteremo a priorio: l’utente è infatti una parte del problema velocità di un sito. Anche Google, il motore di ricerca al momento più importante, richiede velocità.

In ordine al posizionamento e dunque alla visibilità o meno di un determinato sito web. E proprio per agevolare la comprensione della velocità del proprio sito, Mountain View ha messo a disposizione di proprietari e sviluppatori di siti uno strumento di test velocità sito: PageSpeed Insights.

Leggi anche  WhatsApp Dark Mode: in arrivo la modalità scura

Accedendo a questo portale, infatti, è possibile ”testare” la velocità del proprio sito e capire dove intervenire se necessario. Come funziona PageSpeed Insights? Si inserisce nella casella l’url del sito che si vuole analizzare e il gioco è fatto. I risultati che ci verranno restituiti mostreranno il tempo di caricamento di ogni risorsa e cosa modificare, quali migliorie apportare. Uno strumento preziosissimo che ogni proprietario o webmaster di sito web dovrebbe conoscere e utilizzare.

Photo – Pixabay

Stefano Ursi

Classe 1979, romano. Da sempre amo la comunicazione. Video, audio, radio, social, siti web, tv. Consulente digital, social media, web content, ghost writing.