Videochiamata di gruppo WhatsApp, come funziona

La videochiamata di gruppo WhatsApp o con altri strumenti è qualcosa da sfruttare per rimanere in contatto con i propri cari. Specialmente ora che, in tempo di emergenza Coronavirus, dobbiamo rimanere a casa per fermare il contagio. Ci occorre allora un modo per ”vedere” chi amiamo, capire come sta e andare oltre la sola voce. Partiamo da WhatsApp.

Precedentemente abbiamo visto come si attiva la modalità scura, or per vedere come si fa una videochiamata WhatsApp di gruppo dobbiamo partire dal farne una singola. Per videochiamare possiamo:

  • Aprire WhatsApp
  • Cercare il contatto che vogliamo videochiamare
  • Aprire il contatto
  • E cliccare, in alto a destra, l’icona della videocamera accanto a quella della cornetta telefonica

Oppure:

  • Aprire WhatsApp
  • Cliccare sulla scheda ”chiamate”
  • Cliccare in basso a destra sul pulsante della cornetta telefonica con accanto il simbolo +
  • Scorrere i contatti fino a cliccare su quello desiderato e far partire la chiamata

Videochiamata di gruppo WhatsApp, ci siamo

Ma vediamo ora come fare una videochiamata di gruppo. Una volta partita la videochiamata singola vedrete il vostro volto sul display e, una volta che l’altro contatto avrà risposto, anche il suo. Il modo più semplice per aggiungere contatti (fino a tre) è:

  • Cliccare sull’icona in alto a destra del display (figura con simbolo + accanto)
  • Scegliere, nella lista che si aprirà, il contatto desiderato (fino a tre, uno per volta)

Oppure:

  • Cliccare sui tre puntini in alto a destra
  • Creare un nuovo gruppo
  • Aggiungere i partecipanti
  • Creato il gruppo cliccare sull’icona della videocamera

Sul display, dunque, potremo essere in quattro a vederci e parlare. Effettuare una videochiamata di gruppo WhatsApp non è difficile, anzi è intuitivo e può essere utile per tenersi in contatto visivo con i propri cari in questo momento di distanza, nell’attesa di riabbracciarli quando sarà possibile.

Leggi anche  Foto profilo su Instagram: le dimensioni

Photo – Pixabay

Stefano Ursi

Classe 1979, romano. Da sempre amo la comunicazione. Video, audio, radio, social, siti web, tv. Consulente digital, social media, web content, ghost writing.