• Novembre 26, 2018
  • Stefano Ursi
  • 0

AMBIZIONE: L’INGREDIENTE X!

Ambizione, l’ingrediente fondamentale per il successo. Perché senza ambizione non è possibile realizzare alcun progetto che ambisca al top? Perché qualsiasi progetto nasce da quanto ci crediamo, da quanto lo vogliamo. Ora facciamo un po’ di chiarezza su quanto occorra essere ambiziosi in relazione alla realizzazione di un’idea o di un obiettivo: perché ambizione non significa avventatezza ma chiarezza su dove si vuole arrivare.

AMBIZIONE – COSA SIGNIFICA

Desiderio di realizzare un progetto o smania di grandezza? Questo è il bivio di fronte al quale si trova chiunque abbia in mente un’idea potenzialmente di successo. Come distinguere? E come utilizzare al meglio l’ambizione? Preliminarmente possiamo dire che essere ambiziosi è di certo un fattore positivo, perché segnala la volontà di arrivare in alto. Di raggiungere un obiettivo nel miglior modo possibile, ricercando successo e soddisfazione. Guardiamo insieme questa immagine. Una strada desertica, sulla quale un cartello ci indica la via dell’ambizione. Del successo. Ci sono due modi per seguire questa via. Vediamo insieme quali.

1 – Incamminarsi senza sapere quanto sia lunga questa strada, dove porti, quali le condizioni al contorno, chi incontreremo sul cammino. Andare pensando che nulla ci potrà fermare. Noi siamo più forti. Qualsiasi sia la strada.

2 – Fare una stima di quanto possa essere lunga la strada, stimare per eccesso la lunghezza e la durezza del percorso. Prepararsi all’imprevisto con viveri e bevande, studiare percorsi alternativi. Siamo forti ma la forza sta nell’essere previdenti.

C’è una bella differenza fra le due opzioni, specialmente nel concetto che assumiamo alla base della nostra scelta: valutare o meno i pro e i contro di un progetto. E’ un dettaglio? Non proprio. Perché la base di partenza di un progetto può fare la differenza sia nel percorso che nell’arrivo. Prendiamo ad esempio sempre la strada desertica e il cartello. E iniziamo a vedere la prima opzione.

AMBIZIONE – 1) NON C’È OSTACOLO CHE POSSA FERMARCI

Sicuramente un modo coraggioso e affascinante di affrontare un progetto. Può dimostrare grande volontà di successo, sprezzo del pericolo e fiducia nella propria resistenza. E in un destino sempre benevolo. Prendiamo la via desertica senza prepararci a cosa incontreremo, alle eventuali asperità del tempo e del terreno. Senza timore della sete e del caldo. Qualsiasi sia la distanza noi la percorreremo senza fermarci davanti ad alcun ostacolo.

Leggi anche  Strategia, il percorso vincente

Alte temperature, sole a picco, scarsità (o assenza) d’acqua, zero ombra. Nulla ci impedirà con le nostre sole forze di arrivare fino al traguardo. L’unica cosa di cui abbiamo bisogno è la nostra ambizione. Essa ci guiderà. Clima e creature che incontreremo durante il percorso saranno favorevoli e, se non lo saranno, li porteremo noi ad esserlo. Non sentiremo fatica né sete, basteremo a noi stessi sulla via. Dobbiamo raggiungere subito il successo, ad ogni costo.

AMBIZIONE – 2) PREPARIAMOCI AD OGNI OSTACOLO

Un modo che potrà sembrare eccessivamente cauto, ad alcuni anche timoroso. Prepariamo viveri e bevande per un lungo viaggio, valutiamo le eventuali difficoltà e asperità che clima e terreno potranno presentare. E ad una distanza potenzialmente lunga e faticosa. Portiamo con noi indumenti adatti ad caldo, perché temperature molto alte potrebbero pregiudicare la nostra pur grande resistenza. E potremmo rischiare di non arrivare al successo, di cedere. L’ambizione ci aiuterà ma dovremo farcela a camminare. Prepariamoci ad incontrare resistenze in clima e creature, che tenteranno di intralciare il nostro cammino. Potrebbe volerci molto ad arrivare dall’altra parte, ma noi non abbiamo fretta. Meglio arrivare più tardi ma arrivare bene.

AMBIZIONE – QUALE METODOLOGIA SCEGLIERE?

Ora sta a noi scegliere: incamminarrci verso l’ignoto senza sapere dove arriveremo e come ci arriveremo? Oppure valutare e prepararci ad ogni evenienza prima di partire? Perché la differenza fra ambizione e smania di successo sta tutta quanta nella scelta fra le diverse metodologie di azione nella realizzazione di un progetto. Noi, personalmente, propendiamo per valutare e prepararci. Perché non dobbiamo mai dimenticare che l’ambizione senza preparazione è controproducente. E quando mettiamo in cantiere un progetto spesso esso si interseca con la nostra vita personale. Arrivare al successo può significare migliorarla ma arrivarci con il fiato corto o con scarsezza di risorse può significare complicarla. Successo sì, ma con intelligenza!

VOGLIAMO PARLARNE INSIEME?

 

Stefano Ursi

Classe 1979, romano. Da sempre amo la comunicazione. Video, audio, radio, social, siti web, tv. Consulente digital, social media, web content, ghost writing.